Ecco un elenco di aziende che hanno smesso di fare affari con la famiglia Trump


A seguito di recente divieto di Presidente degli Stati Uniti Donald Trump in materia di immigrazione, dissidenti singoli e delle imprese di sue politiche hanno iniziato a boicottare fare affari con la famiglia Trump e invitando gli altri a fare lo stesso, Business Insider riporta.

Il boicottaggio anti-Trump è stato lanciato da Shannon Coulter, e la figlia di Trump, Ivanka, appare più colpito. Ecco una lista di sette organizzazioni che hanno tagliato i legami con la famiglia Trump, mentre la lista continua a crescere di giorno in giorno:



Elenco delle aziende che hanno smesso di fare affari con la famiglia Trump



  • Uber: Amministratore delegato della società corsa sharing, Uber, Travis Kalanick, si è dimesso dal consiglio consultivo economico del presidente Trump il Giovedi, dopo una pressione internazionale contro la società. Kalanick ha detto che ha chiamato il presidente Trump per dirgli che stava facendo un passo verso il basso dal momento che la comunità internazionale ha frainteso la sua attività come trarre profitto dal programma politico del Presidente.
  • Nordstrom: Questa presa di moda ha rifiutato di vendere il marchio di moda di Ivanka Trump a causa di vendite in calo, ma è anche a verbale che un cliente ha scritto una lettera aperta al Nordstrom a boicottare la vendita di prodotti "tossici" di Ivanka. E 'ormai evidente che la moda rivenditore sta cedendo alle richieste dei clienti di boicottare marchio di Ivanka come risultato di politiche di suo padre.
  • Macy: deciso Macy per fermare stoccaggio di prodotti di abbigliamento maschile di Trump, come i legami, abiti, e altri accessori quando il presidente durante le campagne in 2015 di cui gli immigrati dal Messico come "stupratori, criminali, e signori della droga ". CEO di Macy, Terry Lundgren, aveva allora risposto che "Alla luce delle dichiarazioni rilasciate da Donald Trump, abbiamo deciso di interrompere il nostro rapporto d'affari. "Ma il rivenditore vende ancora i vestiti delle donne di Ivanka.


  • Shoes.com: Dopo è emerso lo scorso novembre che Trump stava vincendo la presidenza, Canadian negozio online ha annunciato che avrebbe smesso di stoccaggio linea di scarpe di Ivanka, perché non stavano vendendo così bene e perché i clienti avevano chiesto il boicottaggio. "Abbiamo rimosso i prodotti dal nostro sito web,"Shoes.com aveva twittato.
  • Neiman Marcus: Al Mercoledì, c'erano ben 15 prodotti di gioielleria di Ivanka elencati sul sito di Neiman Marcus, ma da Venerdì erano tutti andati e irrintracciabile. Il rivenditore online non avrebbe parlato sul perché i prodotti della figlia del presidente sono scomparsi.
  • Wayfair: Un venditore di arredamento casa e mobili, Wayfair abbandonato acquisto e vendita di decorazioni per la casa e mobili prodotti dalla linea Trump a domicilio senza nessuna spiegazione lo scorso novembre, e fino ad ora non sarebbe rispondere ai commenti sullo sviluppo.
  • Bellacor: Bellacor è una società di mobili per la casa che abbandonato lo stoccaggio marche casa di Trump nel mese di novembre, e come a oggi non singoli prodotti Trump potrebbe essere trovato sul suo sito web. La società non ha voluto commentare anche la questione, anche se un cliente ha segnalato ha ottenuto una e-mail da parte della società la informa della sua decisione di boicottare i prodotti di Trump.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *